PROGETTO FORMAZIONE ARTE  DANZA

Percorso di formazione professionale per l’insegnamento della Danza

Il Progetto FAD  si propone di formare figure professionali preparate fornendo ai partecipanti, tutti gli strumenti necessari per approfondire e ampliare le proprie conoscenze non solo dal punto di vista tecnico, ma anche su argomenti di anatomia, psicologia e musica applicati alla danza.

L’idea nasce dalla volontà di creare un punto di riferimento per chi,  già in possesso di una base tecnica di danza, vuole  una  formazione ben strutturata e professionale di uno o più stili, per intraprendere la strada dell’insegnamento; oppure per chi è già professionista e cerca approfondimenti che diano maggior valore al suo personale bagaglio.

Il Progetto FAD comprende infatti più formazioni, e vari approfondimenti.

CONTENUTI:

  • Metodologia dello stile (girotondo – contemporaneo – modern etc)
  • Impostazione lezione, laboratori pratici e coreografici
  • Fondamenti di anatomia (docente ospite) e applicata alla danza
  • Fondamenti psicologia (docente ospite)
  • Fondamenti musica (docente ospite) e musica applicata alla danza
  • Gruppo di confronto
  • Utility BOX
  • Job interview
  • Fiscalità e amministrazione
  • Esame finale e valutazione

METODOLOGIA – IMPOSTAZIONE LEZIONE – LABORATORI
Ogni Formazione avrà una diversa metodologia che varierà in base allo stile e all’età, avrà inoltre un formatore di riferimento che seguirà il progetto didattico in collaborazione con Accademia Arte Danza.

ANATOMIA
L’anatomia, la biomeccanica e la fisiologia del corpo umano sono argomenti fondamentali per l’insegnate di danza soprattutto se i suoi allievi sono giovani e stanno vivendo il loro periodo di trasformazione, sviluppo e crescita o addirittura giovanissimi e quindi ancora nell’età evolutiva.

  • L’APPARATO MUSCOLO SCHELETRICO
  • L’PPARATO LOCOMOTORE
  • MUSCOLI
  • APPARATO CARDIOVASCOLARE E RESPIRATORIO

Questi i temi che verranno affrontati, con un docente specializzato, in tutte le formazioni; ogni formazione avrà un approfondimento dedicato in base al tipo di corso.

PSICOLOGIA
La danza non è soltanto movimento del corpo, ma anche interpretazione e espressione.

Il Progetto FAD da molta importanza alla psicologia applicata alla danza: l’insegnante che sa gestire lo stress del bambino che lascia la mamma per entrare in sala o che è in grado di sostenere e motivare il ballerino prima di una performance, è un insegnante con un valore aggiunto.

L’ insegnante non avrà a che fare solo con i propri allievi, piccoli o grandi che siano ma deve anche avere rapporti collaborativi con la direzione, sapersi confrontare con i genitori ed altri professionisti del settore.

Con un docente specializzato, si analizzeranno varie situazioni, e si cercherà di sviluppare la capacità di osservazione e di ascolto di ogni insegnante, sia in sala che con i genitori fuori dalla sala.

Ogni insegnante dovrà trovare il suo personale metodo di insegnamento per riuscire ad ottenere il meglio da ogni singolo allievo.

Anche in questo caso la psicologia applicata alla danza verrà dapprima affrontata in maniera generale e poi approfondita nelle diverse formazioni.

Insieme alla direttrice di Accademia Arte Danza, Miriam Ferraro affronteremo diversi casi emersi nell’arco della sua esperienza decennale.

Scopriremo infine il modo migliore per poter affrontare un eventuale colloquio di lavoro.

MUSICA
La Musica è parte integrante della danza, è ciò che unisce il ballerino e la danza stessa.

Il Progetto FAD, con un docente specializzato, approfondirà le tematiche fondamentali della musica applicata alla danza: la ritmica, la metrica, gli accenti, il conteggio musicale.

La scelta musicale è fondamentale per la lezione di danza, definisce la dinamica, i tempi e le intenzioni deve essere funzionale all’esercizio, e alla coreografia.

La giusta scelta della musica accompagna il movimento dell’allievo valorizzandone la dinamica dando un senso al movimento stesso.

Anche per la musica, le competenze di base saranno approfondite nello specifico per ogni diverso stile di danza.

Essere un’insegnante nel 2021 ha sicuramente i suoi benefici in termini di apporti tecnologici. Verranno spiegati i programmi più utili alle nostre esigenze.

AMMINISTRAZIONE E FISCALITÀ
I compensi erogati nell’esercizio di attività sportive dilettantistiche, il Coni, Gli EPS, le associazioni sportive, e in generale tutto quanto concerne l’amministrazione e la fiscalità sportiva.

Il Progetto FAD comprende varie formazioni, ognuna delle quali ha approfondimenti diversi, e quindi durata che varia dai 4/5 week end intensivi.

Ogni Week end si concluderà con un test di verifica di apprendimento degli argomenti trattati.
Al fine del conseguimento del Diploma è necessario il superamento dell’esame teorico/pratico finale.
La frequenza al corso è obbligatoria per il conseguimento del Diploma.

Progetto di Accademia Arte Danza

Dettagli corsi di formazione

Tecnico 1°/2° Livello Danza Contemporanea

Corso di Formazione per Insegnanti Danza Contemporanea con il conseguimento del Diploma Nazionale riconosciuto dal CONI e rilascio del tesserino tecnico.

La sessione formativa di 1°/2° Livello si svolgerà in 5 weekend da 16 ore ciascuno per un totale di 80 ore di studio.

Ogni sessione prevede attività pratiche e teoriche.

Il programma è rivolto a insegnanti, giovani coreografi e danzatori aspiranti docenti di danza, già

in possesso di una base tecnica in Danza Modern/Contemporanea.

Il corso è a numero chiuso.

DISCIPLINE TEORICHE

  • Anatomia applicata alla Danza
  • Storia della Danza Contemporanea
  • Teoria musicale applicata alla Danza
  • Analisi e Tecnica didattica della lezione di danza

DISCIPLINE PRATICHE

  • Tecnica Cunningham
  • Tecnica Graham
  • Floorwork & Release
  • Improvvisazione
  • Danza Classica applicata alla Danza Contemporanea
  • Composizione Coreografica
  • Potenziamento
  • Laboratori didattici
  • Al termine di ogni incontro verrà effettuato un test di verifica di apprendimento degli argomenti trattati.
  • Al fine del conseguimento del Diploma è necessario il superamento dell’esame teorico/pratico finale.
  • La frequenza al corso è obbligatoria per il conseguimento del Diploma.

PROGRAMMAZIONE

OBIETTIVI

Il percorso formativo ha come obiettivo la formazione di Docenti specializzati

nell’insegnamento della Danza Contemporanea.

Il corso prevede un programma completo con lezioni pratiche e teoriche, materie di

base e specialistiche, approfondimenti di cultura della danza contemporanea e dello spettacolo.

CONTENUTI

DISCIPLINE PRATICHE

  • Tecnica Cunningham
  • Tecnica Graham
  • Floorwork & Release
  • Improvvisazione
  • Danza Classica applicata alla Danza Contemporanea
  • Composizione Coreografica
  • Potenziamento
  • Laboratori didattici

DISCIPLINE TEORICHE

  • Analisi e Tecnica didattica della lezione di danza
  • Anatomia applicata alla Danza
  • Storia della Danza Contemporanea
  • Teoria musicale applicata alla Danza

UTILITÀ

  • Utility Box
  • Job Interview
  • Professional Development

DURATA DEL CORSO

5 week-end per un totale di 80 ore – un week-end al mese

A CHI SI RIVOLGE

Il programma è rivolto a insegnanti, giovani coreografi e danzatori aspiranti docenti di danza, già in possesso di una base tecnica in Danza Modern/Contemporanea. Il corso prevede un numero limitato di partecipanti, scelti su insindacabile scelta della direzione didattica.

CONTENUTI DEL CORSO NEL DETTAGLIO

TECNICHE CONTEMPORANEE (Graham, Cunningham, Floorwork/Release)

Lo studio pratico delle tecniche di base della danza contemporanea sono indispensabili per la formazione di un futuro docente. Ogni singola tecnica affrontata possiede degli elementi essenziali per l’insegnamento della danza contemporanea.

Lo studio di queste tecniche è fondamentale per lo sviluppo nell’allievo delle capacità di coordinazione, uso articolato della schiena, lavoro e controllo della muscolatura, uso corretto della respirazione, sviluppo delle dinamiche di movimento, capacità artistiche ed espressive, lavoro al pavimento.

IMPROVVISAZIONE & COMPOSIZIONE COREOGRAFICA

Lo studio di queste due discipline risulterà molto utile per lo sviluppo creativo e artistico del futuro docente.

Attraverso lo studio dell’improvvisazione il docente apprenderà come sviluppare il proprio senso creativo e prenderà consapevolezza del proprio movimento naturale. Inoltre verranno forniti gli strumenti per imparare a condurre delle sezioni di improvvisazione.

Attraverso lo studio di varie tecniche di composizione coreografica, il docente apprenderà come realizzare in modo corretto ed esaustivo una coreografia adatta al contesto e a gli allievi a cui fa riferimento.

DANZA CLASSICA APPLICATA ALLA DANZA CONTEMPORANEA

Lo studio della danza classica risulta essere essenziale per qualsiasi danzatore. Nel contesto della danza contemporanea è fondamentale che ci sia un approccio corretto e pro-attivo allo studio della tecnica classica. Attraverso questo corso il futuro docente acquisirà gli elementi chiave della tecnica classica che risultano essere essenziali anche per lo studio della Tecnica contemporanea.

POTENZIAMENTO

Molte tecniche di danza contemporanea fanno riferimento anche a discipline quali lo yoga e il pilates per il rinforzo, la flessibilità e la tenuta muscolare del danzatore.

In questo corso il docente avrà l’opportunità di apprendere quali possono essere gli elementi di queste discipline “sportive” che possono supportare lo studio della danza contemporanea.

ANALISI E TECNICA DIDATTICA DELLA LEZIONE DI DANZA

In questo corso verranno studiate e analizzate le diverse tecniche di insegnamento e organizzazione delle classi di danza in base al livello e fasce di età.

L’insegnante acquisirà le competenze su come organizzare la propria lezione di danza contemporanea in base a diverse casistiche.

ANATOMIA APPLICATA ALLA DANZA

Il programma è finalizzato a fornire nozioni base su OSSA, MUSCOLI, ARTICOLAZIONI e cenni su APPARATO CARDIOVASCOLARE e RESPIRATORIO.

OSSA:

  • L’apparato muscolo-scheletrico
  • L’apparato locomotore
  • La struttura ossea, caratteristiche, funzioni, meccanismi di accrescimento delle ossa e modulazione dell’accrescimento
  • Struttura e funzione delle articolazioni
  • Le cartilagini

MUSCOLI:

  • Il tessuto muscolare, Fisiologia del muscolo e meccanismo di contrazione
  • Analisi delle differenti tipologie di contrazione muscolare
  • Le curve della colonna
  • La resistenza delle curve
  • I dischi intervertebrali
  • Cenni su apparato cardiovascolare e respiratorio

STORIA DELLA DANZA CONTEMPORANEA

Lo studio della storia della danza è complemento fondamentale nella formazione di un danzatore e insegnante. Lo studio teorico della materia vuole essere il fondamentale supporto allo studio e soprattutto alla pratica delle tecniche contemporanee. L’acquisizione di nozioni relative al contesto storico e alle evoluzioni degli stili di danza è di supporto anche alle capacità interpretative del danzatore. Il programma quindi prevede lo studio della storia della danza contemporanea in prospettiva storico-critica volta alla conoscenza dello sviluppo tecnico, espressivo e culturale della materia in oggetto.

TEORIA MUSICALE APPLICATA ALLA DANZA CONTEMPORANEA

Il corso ha come obiettivo lo studio di nozioni di base di ritmica fondamentali per un docente di danza. Oltre agli argomenti di carattere teorico, ci si concentra sulla pratica ritmica anche con l’ausilio delle mani e del corpo (body-percussion). Ciò consente lo sviluppo del senso ritmico mediante la realizzazione e il riconoscimento delle configurazioni ritmiche fondamentali.

UTILITY BOX

Essere un’insegnante nel 2021 ha sicuramente i suoi benefici in termini di apporti tecnologici.

Verranno spiegati i programmi più utili alle nostre esigenze.

JOB INTERVIEW

Un insegnante di danza non avrà a che fare solo con i propri allievi,piccoli o grandi che siano ma deve anche avere rapporti collaborativi con la direzione,sapersi confrontare coni genitori ed altri professionisti del settore.

Insieme alla direttrice di Accademia Arte Danza, Miriam Ferraro affronteremo diversi casi emersi nell’arco della sua esperienza decennale. Scopriremo infine il modo migliore per poter affrontare un eventuale colloquio di lavoro.

PROFESSIONAL DEVELOPMENT

Fondamentale per un insegnante di danza saper presentare in modo corretto e appropriato il proprio lavoro. In questa sessione il docente apprenderà come realizzare il materiale utile ad una sua presentazione presso scuole di danza e stage (Curriculum, Showreel, Utilizzo dei social).

ESAME FINALE E VALUTAZIONE

Al termine di ogni week end, verrà sottoposto all’allievo un test per verificare la comprensione dei concetti esposti.

L’esame finale invece sarà così composto:

  • Parte orale: il candidato dovrà rispondere ad eventuali quesiti teorici riguardo argomenti affrontati durante il corso.
  • Parte pratica: il candidato dovrà dimostrare la propria padronanza e competenze nella realizzazione di una classe di danza contemporanea. (Durante la sessione il docente avrà a disposizione gli allievi della scuola)
  • Parte tecnico –artistica: il candidato dovrà realizzare una sequenza coreografica su una musica scelta dalla commissione e giustificare le sue scelte artistiche e stilistiche.

PROGETTO DI
GIORGIO AZZONE
ACCADEMIA ARTE DANZA

Introduzione a tecniche creative applicate alla formazione

Corso di Formazione per Insegnanti URBAN FUSION Tecnico 1° Livello con il conseguimento del Diploma Nazionale riconosciuto dal CONI e rilascio del tesserino tecnico.

Ogni sessione prevede attività pratiche e teoriche.

Il programma è rivolto a insegnanti, giovani coreografi e danzatori aspiranti docenti di danza, già in possesso di una base tecnica di MODERN e HIP HOP

OBIETTIVI

Il percorso formativo ha come obiettivo la formazione di Docenti specializzati nell’insegnamento di Urban Fusion.

Urban Fusion nasce da una necessità di unire più percorsi artistici per creare qualcosa di nuovo e personale.

Il corso prevede un programma completo con lezioni pratiche e teoriche, materie di base e approfondimenti con particolare attenzione ad un lavoro creativo individuale.

Durante il percorso formativo ogni allievo sarà guidato in un viaggio introspettivo che gli permetterà di fondere le sue conoscenze artistiche e creare il proprio stile.

DISCIPLINE TEORICHE

  • Analisi e Tecnica didattica della lezione di danza
  • Anatomia applicata alla Danza
  • Mapping
  • Psicologia applicata alla danza e alla creatività
  • Teoria musicale applicata alla Danza

DISCIPLINE PRATICHE

  • Risveglio muscolare
  • Mapping applicato
  • Laboratorio coreografico
  • Laboratori didattici creativi
  • Improvvisazione

Al termine di ogni incontro verrà effettuato un test di verifica di apprendimento degli argomenti trattati.

Al fine del conseguimento del Diploma è necessario il superamento dell’esame pratico finale.

UTILITÀ

  • Utility Box
  • Job Interview
  • Amministrazione e fiscalità

DURATA DEL CORSO

La sessione formativa si svolgerà in 4 weekend da 16 ore ciascuno per un totale di 64 ore di studio, La frequenza al corso è obbligatoria per il conseguimento del Diploma.

A CHI SI RIVOLGE

Il programma è rivolto a insegnanti, giovani coreografi e danzatori aspiranti docenti di danza, già in possesso di una base tecnica di Modern e Hip Hop.

ANATOMIA APPLICATA ALLA DANZA

Il programma è finalizzato a fornire nozioni base su OSSA, MUSCOLI, ARTICOLAZIONI e cenni su APPARATO CARDIOVASCOLARE e RESPIRATORIO.

OSSA:

  • L’apparato muscolo-scheletrico
  • L’apparato locomotore
  • La struttura ossea, caratteristiche, funzioni, meccanismi di accrescimento delle ossa e modulazione dell’accrescimento
  • Struttura e funzione delle articolazioni
  • Le cartilagini

MUSCOLI:

  • Il tessuto muscolare, Fisiologia del muscolo e meccanismo di contrazione
  • Analisi delle differenti tipologie di contrazione muscolare
  • Le curve della colonna
  • La resistenza delle curve
  • I dischi intervertebrali
  • Cenni su apparato cardiovascolare e respiratorio

TEORIA MUSICALE APPLICATA ALLA DANZA

Il corso ha come obiettivo lo studio di nozioni di base di ritmica fondamentali per un docente di danza. Oltre agli argomenti di carattere teorico, ci si concentra sulla pratica ritmica anche con l’ausilio delle mani e del corpo (body-percussion). Ciò consente lo sviluppo del senso ritmico mediante la realizzazione e il riconoscimento delle configurazioni ritmiche fondamentali.

UTILITY BOX

Essere un’insegnante nel 2021 ha sicuramente i suoi benefici in termini di apporti tecnologici.

Verranno spiegati i programmi più utili alle nostre esigenze.

JOB INTERVIEW

Un insegnante di danza non avrà a che fare solo con i propri allievi, piccoli o grandi che siano ma deve anche avere rapporti collaborativi con la direzione, sapersi confrontare coni genitori ed altri professionisti del settore.

Insieme alla direttrice di Accademia Arte Danza, Miriam Ferraro affronteremo diversi casi emersi nell’arco della sua esperienza decennale. Scopriremo infine il modo migliore per poter affrontare un eventuale colloquio di lavoro.

Verrà inoltre approfondita la parte amministrativa e fiscale, oltre che un approfondimento sul mondo delle Associazioni Sportive degli EPS e del  CONI

ESAME FINALE E VALUTAZIONE

Al termine di ogni week end, verrà sottoposto all’allievo un test per verificare la comprensione dei

concetti esposti.

Per l’esame finale invece il candidato dovrà:

  • dimostrare di aver compreso le  linee guida per la preparazione di  una lezione di Urban Fusion.
  • dovrà realizzare una sequenza coreografica su una musica, o un tema scelti dalla commissione (le scelte verranno comunicate durante il weekend precedente l’esame) e giustificare le sue scelte artistiche e stilistiche.

PROGETTO DI
GIULIAN MINAUDO
ACCADEMIA ARTE DANZA

Docenti Esterni
DAVID CARDANO
FRANCESCO PIO PAOLILLO
DANIELE BUZZI

Percorso di formazione professionale per l’insegnamento della danza in età prescolare

OBBIETTIVI

Il percorso di formazione attraverso l’introduzione ai fondamenti dell’insegnamento si prefigge, come obiettivo principale di fornire agli insegnanti gli strumenti necessari per approfondire e ampliare le proprie conoscenze e le proprie competenze pedagogiche e artistiche atte a rispondere alle necessità dei bambini. Attraverso anche la partecipazione di esperti nel campo dell’anatomia, della musica e della psicologia dell’età evolutiva.

CONTENUTI

  • Metodologia Girotondodanza
  • Impostazione lezione, laboratori pratici e coreografici
  • Fondamenti psicologia dell’età evolutiva (docente ospite)
  • Fondamenti di anatomia (docente ospite) e applicata alla danza
  • Fondamenti musica (docente ospite) e musica applicata alla danza
  • Gruppo di confronto
  • Utility BOX
  • Job interview
  • Esame finale e valutazione

METODOLOGIA “GIROTONDODANZA”

Il metodo Girotondodanza permette a tutti i bambini di avvicinarsi all’arte del balletto e alla musica, di svolgere attività fisica in modo giocoso e divertente che stimoli la loro fantasia e creatività, riuscendo al tempo stesso a sviluppare la musicalità, il senso del ritmo e a rafforzare la capacità di memorizzazione. Il corso sarà così basato sulla comunicazione multisensoriale atto a portare il bambino a lavorare sull’espressività, immaginazione, mimica e ritmica musicale. I primi approcci alla danza vengono proposti ai bambini in chiave ludica, attraverso storie, fiabe e poesie con il fine di portare i bambini a fine anno ad aver acquisito il programma di base prefissato all’inizio del corso. Il nostro obbiettivo primario è quello di creare le basi in un ambiente sereno e instaurando un rapporto di fiducia, il Bambino vivrà liberamente il movimento, lo esplorerà e lo reinventerà, riuscendo a dare sfogo alla sua creatività. Verranno esaminate le tre categorie principali ovvero : CORPO-SPAZIO-TEMPO, verranno studiati gli esercizi affini alle tre categorie così da impostare una lezione base di Girotondodanza e approfondiremo il campo della psicologia dell’età evolutiva, dell’anatomia e della musica grazie ad esperti esterni che interverranno agli incontri.

A CHI È RIVOLTO?

Il percorso di formazione è rivolto a tutti coloro che vogliono approfondire e ampliare le proprie conoscenze e le proprie competenze pedagogiche e artistiche attraverso una metodica semplice ma al tempo stesso incisiva. Per affrontare il percorso è richiesta la conoscenza di base di una disciplina coreutica. (danza classica, moderna, contemporanea, etc..)

IN CHE MODALITÀ?

Il percorso GIROTONDODANZA si divide in 4 week end di 16 ore, per un totale di 64 ore.

Al termine di ogni week end verrà sottoposto al partecipante un test di valutazione, ed a fine percorso lo studente affronterà l’esame finale suddiviso in tre parti: parte orale – parte pratica – parte tecnico, artistica. Al superamento della prova finale verrà rilasciato il tesserino tecnico del C.O.N.I. e la licenza di utilizzo del marchio GIROTONDODANZA.

IMPOSTAZIONE LEZIONE – laboratori pratici e coreografici

Il metodo Girotondodanza fornirà una chiara e semplice traccia utile alla creazione e allo sviluppo di una classe di danza per bambini di età prescolare. Attraverso i laboratori l’allievo avrà la possibilità di mettere in pratica la metodologia studiata e valutarne l’efficacia.

PSICOLOGIA DELL’ETÀ EVOLUTIVA

La psicologia dell’età evolutiva è la disciplina che si occupa dello sviluppo dei diversi aspetti della personalità e delle varie forme di comportamento nel periodo che va dalla nascita sino al termine dell’adolescenza e prosegue con le tappe adulte e della terza e quarta età. Essa si è costituita come disciplina indipendente sia dalla Psicologia Generale che dalla Pedagogia solo alla fine del secolo scorso.

Il programma è finalizzato a comprendere i molteplici aspetti evolutivi principalmente da 0 ai 3 anni e da 3 ai 5\6 anni del bambino e le sue implicazioni sullo sviluppo intellettivo, motorio, del linguaggio e della personalità.

  • L’età evolutiva: definizione di età evolutiva, brevi cenni sulla sua storia, di cosa si occupa la scienza dell’età evolutiva?
  • Il ruolo pedagogico delle attività fisiche e sportive
  • Le tappe dello sviluppo psicomotorio da 0 a 3 anni
  • La teoria dello sviluppo cognitivo – La teoria dello sviluppo percettivo – La teoria etologica – La teoria dell’attaccamento – La teoria psicoanalitica – La teoria Vygotskijana-contestualista – La teoria dello sviluppo percettivo.
  • Il ruolo del gioco nella formazione del sè
  • Il gioco simbolico ed il gioco funzionale
  • Dall’input alla performance
  • Cenni sull’osservazione del bambino 0/3 anni e della relazione genitore/figlio

ANATOMIA     

Il programma è finalizzato a fornire nozioni base su OSSA , MUSCOLI , ARTICOLAZIONI e cenni su APPARATO CARDIOVASCOLARE e RESPIRATORIO con riferimenti specifici ai bambini.

OSSA:

  • L’apparato muscolo-scheletrico -L’apparato locomotore
  • La struttura ossea, caratteristiche, funzioni, meccanismi di accrescimento delle ossa e modulazione dell’accrescimento
  • Struttura e funzione delle articolazioni
  • Le cartilagini

MUSCOLI:

  • Il tessuto muscolare, Fisiologia del muscolo e meccanismo di contrazione
  • Analisi delle differenti tipologie di contrazione muscolare
  • Le curve della colonna
  • La resistenza delle curve
  • I dischi intervertebrali
  • Cenni su apparato cardiovascolare e respiratorio

MUSICA

Il programma è finalizzato ad approfondire alcuni elementi musicali in relazione con la danza nei bambini di età compresa tra 3 e 5 anni:

  • dotare i docenti delle fondamentali competenze musicali di base
  • Come avvicinare i bambini alle arti coreutico-musicali
  • l’importanza della musica nella danza
  • Spunti per attività legate alla danza
  • Dove reperire contenuti per la didattica: le risorse dal web (archivi digitali, esempi internazionali di attività educative, libretti, biografie, strumenti di lavoro)
  • elementi ritmici della musica hanno una relazione con la danza e possono ispirare coreografie contrasto e differenza di carattere espressivo
  • differenza tra forte e piano / contrasto e differenza tra modo maggiore e modo minore
  • struttura e lunghezza di un brano musicale
  • ritmi regolari e irregolari
  • agogica musicale

GRUPPO DI CONFRONTO

Ogni week end verranno effettuati gruppi di confronto dove sarà possibile condividere con gli altri esperienze professionali personali, porre domande, chiedere chiarimenti. mettendo a confronto le diverse opinioni su temi specifici al fine di elaborare proposte comuni e favorire lo scambio delle migliori pratiche.

UTILITY BOX

Essere un’insegnante nel 2021 ha sicuramente i suoi benefici in termini di apporti tecnologici. Verranno spiegati i programmi più utili alle nostre esigenze.

JOB INTERVIEW

Un insegnante di danza non avrà a che fare solo con i propri allievi, piccoli o grandi che siano ma deve anche avere rapporti collaborativi con la direzione, sapersi confrontare con i genitori ed altri professionisti del settore. Insieme alla direttrice di Accademia Arte Danza, Miriam Ferraro affronteremo diversi casi emersi nell’arco della sua esperienza decennale. Scopriremo infine il modo migliore per poter affrontare un eventuale colloquio di lavoro.

ESAME FINALE E VALUTAZIONE

Al termine di ogni week end, verrà sottoposto all’allievo un test per verificare la comprensione dei concetti esposti.

L’esame finale invece sarà così composto:

  • Parte orale: il candidato esporrà l’elaborato assegnatogli precedentemente.
  • Parte pratica: il candidato dovrà dar prova della costruzione di una lezione base.
  • Parte tecnico – artistica: il candidato dovrà realizzare una coreografia, scegliendone il tema e la musica. La coreografia verrà poi eseguita dalle allieve dell’accademia.

PROGETTO DI
KEVIN REGONESI
ACCADEMIA ARTE DANZA

Docenti Esterni
DAVID CARDANO
LUCIANO PESCE
DANIELE BUZZI

Corso di Formazione per Insegnanti Tribal Fusion con il conseguimento del Diploma Nazionale riconosciuto dal CONI e rilascio del tesserino tecnico.

OBIETTIVI:

Il percorso formativo ha come obiettivo la formazione di Docenti specializzati nell’insegnamento della Tribal Fusion.

Il corso prevede un programma completo con lezioni pratiche e teoriche, materie di base e specialistiche, approfondimenti di cultura della Danza Orientale e Tribal.

PROGRAMMAZIONE:

  • La sessione formativa si svolgerà in 4 weekend da 16 ore ciascuno per un totale di 64 ore di studio.
  • Ogni sessione prevede attività pratiche e teoriche.
  • Il programma è rivolto a insegnanti e danzatori aspiranti docenti di danza, già in possesso di una base tecnica in Tribal Fusion e/o almeno 3 anni di studio di Danza Orientale.
  • Il corso prevede un numero limitato di partecipanti.
  • Al termine di ogni incontro verrà effettuato un test di verifica di apprendimento degli argomenti trattati.
  • Al fine del conseguimento del Diploma è necessario il superamento dell’esame teorico/pratico finale.
  • La frequenza al corso è obbligatoria per il conseguimento del Diploma.

DISCIPLINE TEORICHE:

  • Anatomia applicata alla Danza (docente ospite)
  • Fondamenti di psicologia (docente ospite)
  • Cenni sulla storia, le tecniche e gli stili delle Danze Orientali (docente ospite)
  • Origini e contaminazioni della Tribal Fusion – Dall’ATS® alla Gothic Fusion
  • Teoria musicale applicata alla Danza (docente ospite)
  • Struttura di una lezione di Tribal Fusion

DISCIPLINE PRATICHE:

  • Riscaldamento muscolare e nozioni di stretching
  • Potenziamento muscolare
  • Danza Orientale applicata alla Tribal Fusion
  • Tecnica Tribal Fusion
  • Improvvisazione
  • Composizione Coreografica
  • Laboratori didattici

UTILITÀ:

  • Utility Box
  • Job Interview

CONTENUTI DEL CORSO NEL DETTAGLIO

TECNICA: Lo studio pratico delle tecniche di base della Tribal Fusion sono indispensabili per la formazione di un futuro docente in quanto sono fondamentali per lo sviluppo nell’allievo delle capacità di coordinazione, uso articolato della schiena, lavoro e controllo della muscolatura, uso corretto della respirazione, sviluppo delle dinamiche di movimento, capacità artistiche ed espressive.

IMPROVVISAZIONE & COMPOSIZIONE COREOGRAFICA: Lo studio di queste due discipline risulterà molto utile per lo sviluppo creativo e artistico del futuro docente. Attraverso lo studio dell’improvvisazione il docente apprenderà come sviluppare il proprio senso creativo e prenderà consapevolezza del proprio movimento naturale. Inoltre verranno forniti gli strumenti per imparare a condurre delle sezioni di improvvisazione. Attraverso lo studio di varie tecniche di composizione coreografica, il docente apprenderà come realizzare in modo corretto ed esaustivo una coreografia adatta al contesto e a gli allievi a cui fa riferimento.

STORIA DELLA DANZA ORIENTALE E APPLICATA ALLA TRIBAL FUSION: Lo studio della Danza Orientale risulta essere essenziale per approdare alla TF. Attraverso questo corso il futuro docente acquisirà gli elementi chiave della tecnica Orientale, fondamentali anche per lo studio della Tecnica Fusion.

POTENZIAMENTO: Molte tecniche di Tribal Fusion fanno riferimento anche a discipline quali lo yoga e il pilates per il rinforzo, la flessibilità e la tenuta muscolare del danzatore. In questo corso il docente avrà l’opportunità di apprendere quali possono essere gli elementi di queste discipline “sportive” che possono supportare lo studio della TF.

ANALISI E TECNICA DIDATTICA DELLA LEZIONE DI DANZA: In questo corso verranno studiate e analizzate le diverse tecniche di insegnamento e organizzazione delle classi di danza in base al livello e fasce di età. L’insegnante acquisirà le competenze su come organizzare la propria lezione di TF in base a diverse casistiche.

ANATOMIA APPLICATA ALLA DANZA: Il programma è finalizzato a fornire nozioni base su ossa, muscoli, articolazioni e cenni su apparato cardiovascolare e respiratorio.

  • Ossa:
    • L’apparato muscolo-scheletrico
    • L’apparato locomotore
    • La struttura ossea, caratteristiche, funzioni, meccanismi di accrescimento delle ossa e modulazione dell’accrescimento
    • Struttura e funzione delle articolazioni
    • Le cartilagini
  • Muscoli:
    • Il tessuto muscolare, fisiologia del muscolo e meccanismo di contrazione
    • Analisi delle differenti tipologie di contrazione muscolare
    • Le curve della colonna
    • La resistenza delle curve
    • I dischi intervertebrali

TEORIA MUSICALE APPLICATA ALLA DANZA: Il corso ha come obiettivo lo studio di nozioni di base di ritmica fondamentali per un docente di danza. Oltre agli argomenti di carattere teorico, ci si concentra sulla pratica ritmica anche con l’ausilio delle mani e del corpo (body-percussion). Ciò consente lo sviluppo del senso ritmico mediante la realizzazione e il riconoscimento delle configurazioni ritmiche fondamentali.

UTILITY BOX: Essere un’insegnante nel 2021 ha sicuramente i suoi benefici in termini di apporti tecnologici. Verranno spiegati i programmi più utili alle nostre esigenze.

JOB INTERVIEW: Un insegnante di danza non avrà a che fare solo con i propri allievi, piccoli o grandi che siano, ma deve anche avere rapporti collaborativi con la direzione, sapersi confrontare con i genitori ed altri professionisti del settore. Insieme alla direttrice di Accademia Arte Danza, Miriam Ferraro, affronteremo diversi casi emersi nell’arco della sua esperienza decennale. Scopriremo infine il modo migliore per poter affrontare un eventuale colloquio di lavoro.

Fondamentale per un insegnante di danza saper presentare in modo corretto e appropriato il proprio lavoro. In questa sessione il docente apprenderà come realizzare il materiale utile ad una sua presentazione presso scuole di danza e stage (Curriculum, Showreel, Utilizzo dei social).

ESAME FINALE E VALUTAZIONE: al termine di ogni week end, verrà sottoposto all’allievo un test per verificare la comprensione dei concetti esposti.

L’esame finale invece sarà così composto:

  • Parte orale: il candidato dovrà rispondere ad eventuali quesiti teorici riguardo argomenti affrontati durante il corso.
  • Parte pratica: il candidato dovrà dimostrare la propria padronanza e competenze nella realizzazione di una classe di danza contemporanea. (Durante la sessione il docente avrà a disposizione gli allievi della scuola)
  • Parte tecnico-artistica: il candidato dovrà realizzare una sequenza coreografica su una musica scelta dalla commissione e giustificare le sue scelte artistiche e stilistiche.

PROGETTO DI:

GIOIA SAMARA

ACCADEMIA ARTE DANZA